Scraps orchestra - Nero Di Seppia

Codice prodotto RM1264
Categoria CD
Marca Il Manifesto
Disponibilità si
Disponibilità altri pezzi previo ordine no

Segnala ad un amico

Altre domande ?


CD In Cartonato 2 Ante con Libretto  con Libretto di 32 Pagine - Data di Uscita: 2007 - Lombardia - Musica D'Autore


Tracklist

1. Nero Di Seppia  4:08

2. L'Isola Di Ellis  3:36

3. Bagnasciuga (Pier Paolo, L'ultimo Dei Credenti)  4:24

4. Nudi Alla Meta  3:45

5. Locale Delle 21 e 45, Ferma In Tutte Le Stazioni  4:31

6. Donna Lombarda  1:22

7. Una Donna  5:43

8. Lifting  5:12

9. Camera Con Svista  4:36

10. Bravo, Grazie

11. DodiciDicembre  3:04

12. Uomo Di Vento Di Est  4:08

13. La Staffetta (1945)  4:35

14. Heimat  4:37

15. Il Cielo Di Yuri  7:14

16. Da Casello a Casello  4:12

17. Verde Speranza (In Sella Con Fabrizio Verde, Detto Bicio  4:37

 

 

Nero di seppia, il nuovo CD della Scraps Orchestra, quarto della loro produzione e secondo per il manifesto cd, è un condensato di allegria, tristezza, tragicommedia.
Diciassette canzoni che si snodano attorno all’incontrastata idea che questa società, da qualsiasi parte la si osservi, si trovi ad essere immersa in un’annebbiante cortina fumogena, frutto di meccanismi e dinamiche preconfezionate, rivenduti amaramente sottocosto.
Da sempre una delle caratteristiche dell’orchestra è quella di impastare suoni, atomosfere, sentimenti, in una sapiente ed emozionante distribuzione. In questo lavoro si va dagli echi della commedia dell’arte in compagnia di Fausto Mesolella degli Avion Travel (che apre il disco), al nudo lirismo sulle note della tromba di Paolo Fresu (che lo chiude) a sottolineare varie forme di disagio, da quello fisico/ambientale a quello mentale; omaggi a sogni infranti come in “Da casello a casello”, dedicata alla memoria del giudice Falcone, o parole spezzate come in "Bagnasciuga", in memoria di Pier Paolo Pasolini, sino alla sarcastica “Lifting”, invenzione lessicale su un “modus” politico che è stato ma che, indubbiamente, ancora è.

BIOGRAFIA

Nascono nel 1992 le prime canzoni, quasi un embrione del progetto che, a tuttoggi, é in continuo divenire.
Le esperienze iniziali si concretizzano nel 1997 in un CD autoprodotto dal titolo “Naviga l’ego”, che delinea in modo netto il terreno all’interno del quale questa formazione ama muoversi.
Sull’onda di questo lavoro, arriva nel 1999 la partecipazione, con conseguente vittoria, al Premio Città di Recanati della canzone d’autore con il brano “Autovelox (cose che capitano)”.
A seguito di questo importante appuntamento, nasce un nuovo prodotto, un nuovo CD, “Organi in movimento”, che si snoda su un progetto comune sul “disagio”.
Un brano di questo lavoro, “Rosso di sera” viene selezionato dalla redazione della trasmissione radiofonica di RAI Radio 2 CATERPILLAR ed entra a far della compilation omonima che annualmente viene prodotta. Nel 2000, la Scraps partecipa alla suddetta trasmissione e ottiene un’ ulteriore conferma quando i componenti del Club Tenco ritengono la Scraps meritoria di partecipare al Premio Tenco 2000. Del 2003 è la nuova “fatica” discografica: “Il Diavolo di Mezzogiorno”. Presentato in anteprima al Festival della Letteratura di Mantova, edito da “I CD del Manifesto”, si avvale dei contributi di Lella Costa, Dario Fo, Alda Merini e Franco Rotelli. L’intero utile delle vendite del CD è destinato alla “Coop. C.H.V.” di Suzzara (Mantova) per la costruzione e la gestione di una CasAlloggio per persone disabili senza famiglia o che attraversano situazioni di grave emergenza e a “Emergency” per finanziare il Centro Chirurgico di Karbala. Nel 2004, 2005 e 2006 La Scraps Orchestra partecipa al I°,2° e 3° MANTOVA MUSICA FESTIVAL, il “controfestival” della canzone d’autore. Nel 2006 la Scraps è in tour con Nando Dalla Chiesa nella presentazione del suo ultimo libro “Le ribelli” ed è del 2007 l’uscita del nuovo CD ”Nero di seppia” sempre edito dal Manifesto con una prefazione scritta di Nando Dalla Chiesa e con la partecipazione di Paolo Fresu e Fausto Mesolella (Avion Travel), i cui ricavati andranno interamente devoluti alla Cooperativa C.H.V. di Suzzara (mn) per la costruzione e la gestione di una CasAlloggio per persone disabili senza famiglia.
Sempre nel 2007 partecipa al prestigioso Time Jazz a Berchidda e compone le colonne sonore per il film/documentario sulla Marcia della Pace Perugia-Assisi e per il documentario “Sulle tracce di Ilaria e Miran” sulla vicenda di Ilaria Alpi e Miran Hrovatin, prodotto dal Premio Ilaria Alpi.
Dal 2008 ad oggi partecipa a tutte le edizioni del Festival Letteratura di Mantova con performances in compagnia di Lella Costa nella Casa Circondariale di Mantova con il concerto/poesia “TERRA, emigranti si nasce” e con “Femminile singolare” e accompagnando il giornalista/scrittore Stefano Scansani, sulla rilettura di percorsi diversi intorno alla città.
Nel 2009, in occasione del quarantesimo anniversario della strage di Piazza Fontana, partecipano allo spettacolo teatrale “12.12.69, la bomba”, realizzato in collaborazione con TV Days, presso il Piccolo Teatro di Milano, con Laura Marinoni, Marco Balbi e la Compagnia degli Evasi.
Negli ultimi due anni si avvale “live” delle partecipazioni di Paolo Fresu, Fausto Mesolella e Gianluca Petrella.

 Musicisti:

Stefano Boccafoglia: Piano, Voce, Organetti,Fisarmonica,Piano aTamburo

Giorgio Signoretti: Chitarre Elettriche, Banjjo

Marco Remondini: Violoncello, Sax

Maurizio Albertoni: Batteria, Percussioni, Reperti Solidi Urbani

Marco Cocconi: Basso

Roberta Visentini: Clarinetto, Corno di Bassetto

Livio Mignoli: Wedding e Funeral Promoter

Massimo Greco: Tromba

OSPITI:

Lella Costa



Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.


newcart.it Un eshop professionale completo a soli 49 euro l'anno con NewCart
Questo sito è presente su Offertissime.shop