DANIELE SEPE - Conosci Victor Jara?

Codice prodotto RM285
Categoria CD
Marca Il Manifesto
Disponibilità si
Disponibilità altri pezzi previo ordine no

Segnala ad un amico

Altre domande ?


CD con Libretto di 36 Pagine Testi In Italiano-Spagnolo- Data di Uscita: 2000 - World Sudamerica - Campania

TRACKLIST

1. Calambito Temucano / Inti Sol  7:41

2. Zamba Del Che   5:39

3. Luchin  3:42

4. La Historia Es Nuestra, y Los Hacen Los Pueblos

(discorso di S. Allende a Radio Magallanes)  6:02

5. Te Recuerdo Amanda  4:01

6. Juan Sin Tierra  4:27

7. A Luis Emilio Recabarren  11:44

8. Procissao  5:13

9. A Cochabamba Me Voy  5:48

10. Cai Cai Vilu  6:11

11. Valse Chapaneco  1:08


Chi dice che con la musica non si fa politica dovrebbe spiegarci l' accanimento dei militari fascisti cileni contro Victor Jara. Lo torturano,gli maciullarono le mani prima di finirlo in quello stadio di Santiago che doveva vederne molti di cileni torturati, stuprati e uccisi su commissione del premio Nobel Henry Kissinger. E io, come più seriamente fa un caparbio giudice spagnolo di questi tempi, dico che il tempo non cancella proprio tutto, e che c'è da non dimenticare, e che la musica può essere altro che "ti amo, mi ami?" e che va resa giustizia a Jara continuando a cantare e cantare le sue straordinarie canzoni.

Se l’intento di Daniele Sepe era di far conoscere Victor Jara, dopo l’ascolto di quest’album a lui dedicato, ha perfettamente raggiunto il suo obiettivo.
Chi era Victor Jara? Nel libretto interno al cd, Sepe ci informa che Jara era un comunista cileno, che ha pagato con la vita l’amore per la libertà e per il proprio paese; Jara, infatti, l’11 settembre del 1973, il giorno del golpe di Pinochet, fu portato nello stadio di Santiago dove insieme a migliaia di persone fu torturato e poi ucciso dalle squadracce del regime. Jara era però anche un cantautore di successo che non però non aveva scisso l’amore per la musica con l’impegno civile e nelle sue canzoni parlava di eroi rivoluzionari, di diritti dei popoli, di libertà da conquistare e da difendere.
Sepe ha rielaborato alcuni brani, che non sono tutti di Jara; c’è Violeta Parra, ad esempio, che apre con la bellissima “Calmbito Temucano”, un brano solenne e corposo dedicato alla terra andina e cantato da Auli Kokko; c’è Ruben Ortiz, con la sua “Zamba del Che”, un inno libertario carico di nostalgia dedicato a Che Guevara.
Solo nel terzo brano arriva la prima canzone scritta da Jara, “Luchin”, anch’essa cantata da Auli Kokko, una canzone per pianoforte e voce. Poi c’è la classica “Te recuerdo Amanda”, già proposta da Sepe in precedenti album. Nel mezzo tra le due canzoni c’è la registrazione dell’ultimo discorso di Salvator Allende poco prima del golpe del ’73.
Con “Juan sin terra” di Josè Saldana, autore messicano siamo in un altro contesto, ma sempre con la stessa tensione rivoluzionaria rappresentata questa volta da Emiliano Zapata.
Il momento più intenso del disco è forse “A Luis Emilio Recabarren”, sempre di Jara, brano in larga parte strumentale sulla figura del sindacalista Recabarren.
Gli ultimi brani sono più ballabili, ma non viene meno la forza di denuncia dei testi.
“A Cochabamba me voy”, sempre di Jara e “Procissao” di Gilberto Gil, ritmo di samba per un atto d’accusa nei confronti della chiesa cattolica e del suo ruolo in America Latina, canzone che è costata l’esilio allo stesso Gil, danno una spruzzata di energia a tutto il disco.
Chiudono due strumentali, “Cai Cai Vilu” di Jara e “Valse Chiapaneco”, un tradizionale messicano.
L’album è un atto d’amore per il popolo latinoamericano oppresso da secoli di dittature militari e di ingerenze dell’occidente, ed è un’occasione per iniziare a conoscere questo continente.
Nel libretto interno, per chi volesse approfondire, ci sono consigli su come fare, da quali libri partire, quali dischi comprare, quali siti visitare.

MUSICISTI:

Auli Kokko: voce
Josè Seves: voce, chitarra, charango
Elizabeth Morris: chitarra, cuatro portoriqueno
Paolo Del Vecchio: chitarra classica
Franco Giacoia: chitarra classica
Roberto Schiano: trombone
Daniele Sepe: sassofoni, flauti, chit.portoghese, cori
Piero De Asmundis: pianoforte, piano Rhodes, tastiere
Armanda Desidery: pianoforte
Pasquale Bardaro: marimba
Marco Pezzenati: marimba
Roberto Giangrande: basso elettrico
Aldo Vigorito: contrabbasso
Enrico Del Gaudio: batteria
Ciccio Merolla: percussioni
Luciano Russo: cori
Ettore Sciarra: cori

Gli utenti registrati possono condividere la loro esperienza avuta con questo prodotto/servizio. Registrati per accedere a tutti i benefici riservati agli utenti registrati o clicca su login se sei già registrato.


newcart.it Un eshop professionale completo a soli 49 euro l'anno con NewCart
Questo sito è presente su Offertissime.shop